4

Trekking con i bambini: i nostri itinerari

Eccoci tornati da due settimane di vacanze in montagna. Siamo partiti dall’Altopiano di Asiago (dove ci eravamo ripromessi di tornare dopo la nostra visita di luglio), poi abbiamo toccato la Val Badia (sconfinando nella Valle del Fodom in Veneto)  per finire la Val Pusteria (con toccata e fuga in Valle Aurina e nella Valle di Sesto).

Nelle prossime settimane dedicheremo un post per ogni passeggiata. Intanto ecco l’elenco:

Altopiano di Asiago:

Camporovere: Passeggiata dei 5 cimiteri

Valle del Fodom:

Andraz: Dal castello al rifugio Valparola

Val Badia:

La Valle (Wengen): Armentara

San Vigilio di Marebbe: Spiaggetta – Lago dla Creda – Rifugio Pederù

San Cassiano: Piz Sorega

Val Pusteria:

Dobbiaco: Da Dobbiaco a San Candido e da Dobbiaco a Villabassa

Valle San Silvestro: Passeggiata alla malga San Silvestro

Valle Aurina:

Campo Tures: Passeggiata al castello

Campo Tures: passeggiata alle cascate

Valle di Sesto:

Passo Monte Croce Comelico: Da malga Coltrondo a malga Nemes

Sono state due settimane intense ma la montagna quando ti prende non ti lascia più!

0

Piccoli ambientalisti si nasce!

Creare una cultura del rispetto dell’ambiente nei bambini è molto più facile di quanto si pensi. Intanto perchè i bambini hanno un senso innato (che crescendo scompare) del rispetto della natura, e una curiosità verso tutto ciò che li circonda che catturare la loro attenzione sul tema è veramente facile.
Noi genitori poi ci dobbiamo mettere del nostro, insegnando fin da subito alcuni accorgimenti che diventeranno automatici in pochissimo tempo. Quindi ambientalisti si diventa? Sì, ma si può anche nascere!

La cosa migliore anche in questo è spiegare sempre ai nostri bambini il perchè facciamo questi gesti.

ricilo plasticaUna cosa fondamentale è fare la raccolta differenziata, scegliere dei cesti, un mobiletto alla loro portata, magari personalizzandolo con qualche disegno e dare noi l’esempio. Si può raccontare una storia sul perchè la plastica deve essere riciclata. I bambini (e spesso gli adulti) non hanno idea di come venga prodotta la plastica.

Raccontare della carta è ancora più divertente, e importante!

Con i flaconi dei detersivi, le bottiglie, il cartone possiamo fare dei bellissimi giochi riciclati. Con i tappi di sughero si realizzano perfino tappeti!

Possiamo anche mostrare ai nostri bimbi quali oggetti possono essere fatti con la plastica riciclata.

Perchè poi non provare a fare noi stessi fogli di carta riciclata?  Potrebbe essere un’idea per passare un riciclo creativopomeriggio invernale.

Il piccolo ambientalista, poi, sarà un grande risparmiatore d’acqua! Basta insegnargli ad esempio che quando si lavano i dentini, nel momento in cui si spazzolano, il rubinetto si tiene chiuso. E quando lo si apre, non lo si fa partire a tutta birra, ma lo si apre un pochino, giusto quanto ci serve per sciacquare la bocca! (E questo è un utile suggerimento anche per noi).

Spiegare da dove viene l’acqua e come viene depurata lo aiuterà a capire che non è facile come aprire un rubinetto.

Dal tema dell’acqua poi si può partire con ogni tipo di curiosità, dall’acqua presente nel corpo umana, a quella sulla superficie terrestre….

Nel momento in ci si disegna, magari sui fogli che noi genitori abbiamo portato dall’ufficio invece di gettarli via, il piccolo ambientalista in erba non sprecherà fogli e fogli facendo un unico schizzo, li girerà dall’altro lato o potrà creare aeroplani, barchette, cappellini di carta….

risparmio-acqua

E per accendere la sua curiosità sul mondo vegetale basterà piantare semi o prendere una piantina della quale si occuperà in tutto e per tutto lui…e così imparerà il rispetto di tutte le piante, e non sarà di quei bambini che strappano fiori, foglie e arbusti….

Ma sono tanti gli accorgimenti e le cose che noi adulti possiamo fare tutti i giorni per insegnare il rispetto dell’ambiente ai nostri bimbi, partendo dal principio che non sempre bisogna buttare e comprare, ma si può anche riutilizzare.

Per iniziare:

Giulia settimo

Piccoli ambientalisti crescono. Come insegnare l’ecologia ai bambini

Red!

E per ispirarsi:

http://www.riciclo-creativo.com/