Trekking con i bambini: Dal castello di Andraz al rifugio Valparola (o quasi)

Dall’Altopiano di Asiago ci spostiamo ora in Veneto, Valle del Fodom, nel comune di Livinallongo.

La nostra passeggiata parte da un sentiero che si dipana prima di arrivare al castello, ma una visita al restaurato castello di Andraz non potete perderla.

La passeggiata invece parte dalla strada che porta ad Andraz, appena passato il primo edificio sulla strada, alla vostra destra. Lì si parcheggia la macchina, si attraversa un ponticello e sulla destra parte il sentiero, subito dopo aver varcato un cancello che obbligatoriamente dovete richiudervi alle spalle. (O si rischia che le mucche scappino).

Poco dopo il cancello, c’è un bivio, prendete la diramazione a sinistra verso il rifugio Valparola. Non fatevi scoraggiare dall’iniziale salita, poi il sentiero si inoltrerà tra boschi e ruscelli con un continuo sali e scendi e a volte anche con tratti pianeggianti.

Anche questa è stata zona di guerra, e ne noterete ancora i segni, non solo trincee e grotte, ma scatolette ormai arrugginite e cocci di vetro si mostreranno a voi con facilità. E c’è di più! La strada lastricata e appena un poco rialzata che percorrerete inizialmente, fu sì una strada militare, ma i soldati la trovarono bella e fatta! Infatti era l’antica strada che veniva utilizzata per trasportare il ferro dalle miniere del Fursil di Colle Santa Lucia fino al Passo Valparola in epoca medievale.

Il sentiero costeggia poi rivi e ruscelli, fondendosi in certi punti con i corsi d’acqua, per questo non affrontatelo se non avete scarpe da trekking assolutamente impermeabili. Per la gioia dei bambini, poi, ci sono tratti molto fangosi, che vi costringeranno a cercare utili deviazioni sui pendii, tra le radici.

Una bellissima passeggiata. Noi ci siamo fermati alle cascate, un po’ prima del rifugio Valparola. Una volta scesi Castello_di_Andrazsiamo andati a piedi fino al castello di Andraz, completamente restaurato dopo 14 anni di lavori. E ne vale veramente la pena, soprattutto se fate la visita guidata. Da evitare per chi soffre molto di vertigini.

Tra il sentiero e il castello c’è anche un mulino, con una bella pala, ferma ma sempre affascinante.

Tra andata e ritorno ci abbiamo messo circa tre ore. Naturalmente abbiamo usato il nostro marsupio ergonomico.

Consigliata a chi si vuole divertire sporcandosi e camminando nell’acqua!

Annunci

2 thoughts on “Trekking con i bambini: Dal castello di Andraz al rifugio Valparola (o quasi)

  1. Sottoscrivo molto bella la zona, la passeggiata, il castello… ci torniamo quasi ogni anno e Alice (la più grande) apprezza e percorre a piedi il sentiero, mentre Elena se sta beatamente nel mei-tai.

    • E’ molto suggestivo il paesaggio, e poi tutti quei ruscelli e il bosco…una passeggiata veramente bella…vedremo l’anno prossimo quando Massimiliano camminerà cosa riusciremo a fare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...