2

Noi leggiamo….La furia di Banshee

banshee 4I bambini sono straordinari. Lo si vede quando si innamorano perdutamente di un libro che un adulto aveva comprato per sé e lo vogliono leggere ancora e ancora e ancora.

E’ stato proprio il caso di questo piccolo libro meravigliosamente illustrato e forse (anzi, senza il forse) ritenuto adatto ad una diversa età. Ma non c’è un’ età precisa per leggere e guardare storie belle anche perchè leggere storie con illustrazioni diverse dai soliti cartonati per bimbi piccoli li aiuterà a sviluppare “il senso del bello”, una particolare attenzione per tutto ciò che li circonda.

La furia di Banshee racconta la storia di una piccola strega (nella mitologia celtica la strega più potente di tutti, qui bambina) che lascia il suo castello arrabbiatissima e quando una piccola strega è arrabbiatissima tutto il mondo naturale circostante la deve temere: come sfogherà la sua rabbia? Con un urlo certo, ma anche sollevando massi dalla spiaggia, provocando tempeste d’acqua e di vento, facendo temere i marinai.

La piccola Banshee si muove in un mondo illustrato alla Klimt, per farvi capire la bellezza dei suoi capelli dorati, delle ali argentate degli uccelli e le piume di un pavone maestoso a metà libro.

Perchè Banshee è così arrabbiata? Lo svelerà la sua mamma, alla fine, quando le riporterà la bambola che aveva perso.

Dopo che lo avrete letto vi sembrerà adatto a tutte le età, perchè i nostri bimbi sono spesso dei piccoli Banshee, che sfogano la loro rabbia con forza. E noi? Anche noi siamo Banshee, e questo piccolo libro ci può essere molto utile.

Una lettura consigliata per aiutare i bimbi a capire la rabbia e il modo in cui sfogarla. E una lettura consigliata anche per “rifarsi gli occhi” con meravigliose illustrazioni.

la furia di bansheeLa furia di Banshee
Jean-François Chabas – ill. David Sala
Gallucci

Annunci
2

I telai delle allacciature

Fanno parte dei materiali Montessoriani i telai delle allacciature per allenare la motricità fine e e aiutare i bambini ad imparare ad allacciare le scarpe, abbottonare, tirare su e giù la zip di felpe e pantaloni e qualsiasi altra allacciatura. Aiutare la mano a fare certi movimenti e certi gesti serve anche per preparare il movimento che porta poi alla scrittura. Non bisogna dimenticare che i bambini imparano a fare e a conoscere il mondo proprio attraverso le mani.

Realizzarli è semplici ed anche economico. Con poco lavoro potrete avere anche voi il vostro telaio.
Cosa serve:

una cornice di legno senza il retro.
una vecchia felpa, camicia, maglia dalla quale ritagliare la parte dell’allacciatura
graffette per legno o chiodini da tappezziere (o puntine da cartoleria)

Noi abbiamo ritagliato da una vecchia felpa un rettangolo di tessuto mantenendo intatta la chiusura a lampo.
Con la macchina da cucire (ma si può fare anche a mano) rifiniamo i bordi.
Fissare poi ai lati della cornice sia sul retro che davanti con piccoli chiodini (quelli che avevo in casa al momento, ossia quelli che servono per fissare alle cornici i gancetti per appendere i quadri). Nel nostro caso è servito spingere i chiodini con il martello bene bene per impedire che possano graffiare. Usando i chiodi da tappezziere non si hanno questi problemi.

Ed ecco fatto un telaio per le allacciature a costo quasi zero!

telaio delle allacciature