Per crescere un bambino ci vuole un bosco

il boscoQuando un bambino è nel bosco (dove il bosco può essere anche un ambiente naturale, là dove boschi non ce ne sono) la prospettiva delle cose cambia. Prima di tutto cambiano le percezioni: l’aria è diversa, carica di suoni, profumi e odori, lo si sente sulla pelle, il verde riempie lo sguardo, il verde e le sue sfumature e tutti i colori che appagano la vista. E così anche la nostra mente cambia. Quando si è nel bosco molta dell’ansia che ci opprime quotidianamente per un motivo o per l’altro scompare o si attenua. Il nostro istinto animale si riattiva, siamo in grado di percepire ogni vibrazione intorno a noi, osservare ogni particolare, annusare e odorare come a cercare tracce olfattive. Viene l’irrefrenabile voglia di toccare tutto, come se avessimo il bosco 3bisogno di riappropriarci del senso del tatto, della ruvidezza delle cortecce, la morbidezza delle foglie, l’asperità delle spine, la finezza del terreno…e così, rinnovati veramente nel corpo e nello spirito possiamo osservare con occhi nuovi i nostri bambini. il bosco 4Per crescere un bambino ci vuole un bosco, un bosco che invita al movimento, movimento per conoscere, per osservare, per esplorare, per sperimentare e sperimentarsi. Il bosco che pone ostacoli e ti offre alternative ma ti lascia sempre la possibilità di scegliere, di rischiare, di osare o di capire che c’è bisogno di altro tempo. Osservare un bambino nel bosco è osservare una persona nel suo insieme: scoprire, o diventare più consapevoli, che in un bambino c’è veramente tutta la conoscenza del mondo perché un bambino è in grado di osservare attentamente ogni cosa, dall’arbusto all’insetto, facendo domande, facendosi il bosco 5domande e dove non ottiene da noi risposta, cerca risposte da solo. Il bambino nel bosco si muove prima con circospezione, valuta, perlustra, tocca….poi, quando prende confidenza, spesso bastano pochi minuti, si muove come già conoscesse il luogo, come se da sempre fosse compagno di quegli alberi, di quegli arbusti, di quel terreno soffice nel quale affonda un poco. il bosco 7Per crescere un bambino ci vuole un bosco, un bosco che offre riparo e protezione ma al contempo ti mostra nuove strade e nuovi scenari, dove nessuna cosa è uguale all’altra, dove l’acqua gocciolante sulle foglie ammalia lo sguardo bambino e il fango si presta a dar vita a infinite creazioni. E noi genitori possiamo prenderci il tempo per guardare i nostri bambini, per lasciarli sperimentare e fare da soli. Il bosco ci dà la possibilità di camminare a fianco ai nostri bimbi ma al contempo lasciarli andare per un sentiero diverso, o lasciare il sentiero senza bisogno di chiedere il perché lo abbiano fatto, senza il bisogno di controllare le loro azioni. il bosco 6

Per crescere un bambino ci vuole un bosco. Anche per crescere un genitore, ci vorrebbe un bosco…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...