Lei si farà bella, lui farà goal: la pubblicità innovativa (si fa per dire) della Huggies

Potevamo non scrivere niente dopo aver visto questo spot di pannolini?!

Dopo l’Aptamil, che ci mostra il futuro delle bambine (ballerine) e dei bambini (ingegneri e scalatori) ecco un prodotto innovativo della Huggies con relativa pubblicità innovativa (verrebbe da pensare). E invece ecco qua, l’ennesima pubblicità bieca costruita per una società che, proprio mentre a Firenze e Bologna compaiono cartelloni pubblicitari che raffigurano ragazzi che piangono, uomini che cucinano e bambini che giocano con le bambole come cose contro natura*, non riesce proprio a scrollarsi di dosso sciocchi stereotipi montando campagne contro la malvagia (ahahah) ideologia gender!

Lei si farà bella, lui farà goal, lei cercherà tenerezza, lui andrà all’avventura, lei si farà rincorrere (!!), lui tornerà da te…e in poche semplici frasi ecco costruito il futuro di bambine e bambini. Lei velina, lui calciatore…cosa vogliamo di più! Lei rosa, collane, pupazzi, casa….lui blu, pallone, avventura….lei si farà correre dietro, lui ti cercherà….

Ho fatto una ricerca sugli spot Huggies negli altri paesi del mondo e lo spot si ripete pressoché uguale. Il massimo però è nella versione israeliana: una parodia di Grease con bambini e bambine unenni dove le bambine ammiccano come adolescenti e i bambini, gilet di pelle e macchinine, sparano a paperelle di plastica per vincere orsetti da regalare e tirano baci. Alla faccia dei diritti e del rispetto dell’infanzia, qui abbiamo bambini ridotti a macchiette per far divertire gli adulti.

La pubblicità è un mezzo potente che influenza anche inconsciamente grandi e piccoli e questi sono messaggi espliciti di valori culturali dei nostri giorno. C’è chi dice che avrebbero potuto mettere lei ingegnere e lui tennista e non sarebbe cambiato niente. Però non l’hanno fatto invece  sarebbe cambiato molto.

Perché i pubblicitari e gli studi pubblicitari non vogliono cambiare questi spot sorpassando questi stereotipi e proponendo messaggi diversi?

Perché questa, gente, è la nostra società. (o vogliamo andare contro natura?!)

*a prima vista questa campagna sembrerebbe una campagna ad hoc contro i diritti degli omosessuali e contro il superamento degli stereotipi. Tuttavia sembra ben fatta, i disegni molto carini ed è ancora poco chiaro chi sia il creatore, in rete si dice anche che possa essere in realtà una campagna creata in questo modo per sensibilizzare invece verso questi temi. Lo scrivo come precisazione.

Annunci

2 thoughts on “Lei si farà bella, lui farà goal: la pubblicità innovativa (si fa per dire) della Huggies

  1. Non vedo la tv, quindi non conosco e non ho visto lo spot di cui parlate… quello che scrivete mi basta per essere contenta di non averla in casa (la tv) e per pensare a quanto abbiamo da lavorare come genitori per far crescere i nostri figli liberi da stereotipi e capaci di ragionare con la loro testa e non in base a quanto la società si aspetta da loro. Grazie per l’articolo che condivido pienamente!

    • Noi la tv l’abbiamo ma non la vediamo mai, infatti ho guardato lo spot su you tube dopo che avevo letto qualcosa….ed è spregevole veramente. Purtroppo è ancora peggio leggere certi commenti di genitori che non solo non ci trovano nulla di male, ma lo condividono anche. Arduo compito il nostro, perché i messaggi stereotipati sono ovunque, dalle contenzioni del cibo al dentifricio, dai libri ai vestiti…a volte mi domando se non sia una battaglia contro i mulini a vento! Per ora teniamo duro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...