2

Siamo nati per camminare

IMG_7636Siamo nati per camminare. Impariamo a farlo presto, anche se molto più tardi di tutti gli altri mammiferi. Impariamo con fatica e al contempo con destrezza e poche settimane dopo i primi passi siamo pronti a correre, saltare, esplorare. Camminare non è solo un movimento che ci permette di spostarsi, camminare è un atto che ci aiuta a scoprire il mondo intorno a noi, rendendoci partecipe della bellezza che ci circonda, del nostro contesto sociale e ambientale, che ci rende presenti al mondo.
Però camminiamo poco, spesso malvolentieri e impediamo di camminare ai nostri bimbi. Li trasportiamo fino ad età indefinite su mezzi pensati per loro e per la nostra comodità, li accompagniamo a scuola con l’auto, ci spostiamo su quattro ruote con più facilità di quanto non lo facciamo su due gambe. Diamo spesso per scontato che i bambini siano d’impiccio nei nostri movimenti e li convinciamo di questo tanto da farli diventare insopportabili al primo accenno di movimento autonomo.
Invece i bambini come imparano a muoversi in posizione eretta, imparano anche a camminare nel mondo. Camminare intorno a casa, camminare nel bosco, camminare in città, camminare in spiaggia, camminare a scuola.
Una scuola aperta sul mondo è una scuola che cammina. Sarebbe bello se tutte le scuole,maggio 2016 048 dal nido alle superiori, avessero un momento di cammino, una passeggiata insieme, alunni e insegnanti e anche genitori, una passeggiata verso il parco, o per le strade della città, nei boschi o intorno alla scuola, senza altro obiettivo didattico e prima ancora emozionale, del camminare godendosi il momento.

La fortuna vuole che la nostra scuola cammini, cammini nel parco, cammini intorno alla scuola, in spazi aperti alla vista, al movimento e ai sensi. Passeggiate anche lunghe, tutti i bambini dai tre ai  anni, insieme.
Passeggiate che percorrono pendii, attraversano campi, affrontano salite.
Passeggiate che aprono la mente, che saziano la curiosità innata dei bambini, che offrono ai bambini la possibilità di sentirsi parte del mondo con il loro corpo fisico e la loro mente, aiutando a sviluppare pazienza, determinazione, a sopportare un po’ di fatica fisica e ad apprezzare ogni cosa intorno, per bambini più sani, non solo fisicamente.

IMG_7396E a casa camminiamo insieme ai nostri bimbi, loro ci seguiranno se noi ci mostreremo entusiasti. Loro impareranno a camminare se noi mostreremo loro quanto sia bello.

In fondo camminare non costa niente ma porta benefici per tutti, per noi, per i nostri bimbi e per ciò che ci circonda.

Camminare per imparare a “camminare con le proprie gambe”, non solo metaforicamente.