0

Monaco con e per bambini

Cosa c’è a Monaco, oltre la birra? si chiedono in molti. E invece Monaco vi stupirà: è interessante, piena di vita e adattissima ai bambini. Dal punto di vista architettonico e storico è quasi tutto un “falso storico”, ovvero una ricostruzione sulle macerie lasciate dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, ma non perde il suo fascino.
Ecco alcuni consigli su cosa fare e vedere con pargoli al seguito:

  1. Il carosello del municipio che suona ogni ora ma solo alle 11.00 e alle 12.00 vedrete le statuine muoversi, uno spettacolo che piacerà di sicuro ai vostri bambini.
  2. Il Museo della caccia e della pesca, che assomiglia di più ad un museo di storia naturale, con ricostruzione degli ambienti di vita naturali degli animali, tane da esplorare e una parte dedicata alla pesca dove vi troverete in un’ambientazione sottomarina, con tanto di di scogli da esplorare, pesci da scoprire, cose da toccare e sentire.
  3. Il Deutchland Museum, enorme ma assolutamente alla portata dei bambini, con percorsi nell’ambientazione miniera, aerei e navi da esplorare, scienza, astronomia. Un po’ di tutto
  4. Il Museo della città di Monaco, per gli adulti c’è anche la parte separata dedicata al nazifascismo a Monaco, molto toccante e crudo. Il Museo presenta la storia di Monaco attraverso oggetti e ricostruzioni di ambienti, sempre molto interattivo. Da non perdere il terzo e il quarto piano (il quarto piano si raggiunge con l’ascensore dal terzo), il terzo piano dedicato alle marionette e ai luna park e il quarto agli strumenti musicali con tanti strumenti diversi da provare.
  5. L’Englischer Garten, un parco più grande di Central Park, con laghetto, aree di gioco per bambini (recintate con limiti di età) che in Italia ci sogniamo, e al centro, presso il Chinese tower, il biegarten più grande dove una banda bavarese suona ininterrottamente mentre si può prendere da bere e mangiare ad ogni ora scegliendo le specialità dai tanti punti ristoro diversi. Attraversano il parco due fiumi, che rappresentano il mare di Monaco, gli abitanti di Monaco ci passano le giornate e ci fanno pure il bagno. E lì vicino una giostra antica, tutta di legno e assolutamente da provare.
  6. Il ViktualMarket, con al centro il biegarten dove mangiare  e bere e intorno tutte le bancarelle che vendono cibarie, da non perdere.
  7. La Storia lascia sempre le sue tracce e all’Università potete trovare ancora i volantini (la riproduzione impressa sui marciapiedi) che i ragazzi de La rosa bianca, gruppo di opposizione al regime nazista, distribuirono in segreto prima di essere scoperti e giustiziati.
  8. Legoland, ad un’ora e dieci da Monaco, costa abbastanza come biglietto d’entrata (si paga anche il parcheggio 6 euro) ma è alla portata di tutti, grandi e piccoli. Organizzatissimo, bagni pulitissimi, prezzi dei unti ristoro nella norma, si possono portare le cibarie da casa e si trovano anche inservienti che parlano italiano.

Alcune annotazioni:

  • A Monaco si mangia e si beve 24 ore al giorno: ad ogni ora troverete gente seduta nei ristoranti, nei Biegarten e nei pub a mangiare e a bere (gli adulti soprattutto a bere!)
  • I bagni dei musei, di Legoland e dei centri commerciali sono sempre puliti.
  • Si gira benissimo a piedi, in bicicletta e con la metropolitana, i bambini fino a sei anni non pagano, comodo il biglietto per tre giorni che si oblitera il primo giorno e poi è valido per 72 ore. In metropolitana non ci sono tornelli
  • Stupitevi di come la gente si fida: biciclette senza catena, passeggini lasciati incustoditi in ogni dove, anche gli zaini sono spesso lasciati incustoditi.
  • Se arrivate in auto (come noi) ricordatevi di fare il bollino verde per girare in città (o anche solo per arrivare all’albergo e parcheggiare), è obbligatorio e in Italia lo potete richiedere presso i punti Dekra Revisioni (pensateci per tempo o finirete come noi che l’hanno ordinato e pagato ed è arrivato mentre eravamo a Monaco!)
  • Sempre se siete in macchina portatevi acqua a volontà da casa, una bottiglietta d’acqua può arrivare a costare anche 3.50 euro !
  • Le autostrade tedesche sono gratuite e molto comode, per il tratto austriaco bisogna procurarsi la vignetta da attaccare al parabrezza (si può comprare all’ACI).
  • Camminate, muovetevi a piedi

Dove dormire:

Noi abbiamo trovate comodissimo il Novotel Suites Monaco Parkstadt Schwabing, poco fuori dal centro, ma ottimamente collegato con la metro. le camere sono enormi con possibilità di creare un divisorio tra zona genitori e zona bimbi tramite parete mobile, hanno frigorifero, microonde per prepararsi qualcosa al bisogno, e c’è un bollitore elettrico e l’occorrente per prepararsi the e tisane. Il bagno ha sia doccia che vasca (unico neo il wc separato) Ottima la colazione che si paga a parte ma ve la consigliamo! Il parcheggio coperto è a pagamento ma si trova comodamente lungo la strada.

Noi siamo stati dal 28 luglio al 3 agosto, il tempo è stato variabile, con temperatura media di 22/25 gradi  a parte un giorno di pioggia intensa (passato dentro al Museo tedesco della scienza e della tecnica).

Monaco vi stupirà ed è una meta adattissima per famiglie con bambini.

Annunci